Annunci di Lavoro

Ansia Prima del Matrimonio

Ansia Prima del Matrimonio: Come Fare?

L'abito bianco per lei, uno smoking per lui, fiori, sorrisi, tanti tanti chicchi di riso che cadono a pioggia sulle deste dei due fortunati e il classico grido di 'Viva gli sposi!'; è questo uno dei giorni più belli di una coppia: quello in cui la loro unione diventa una promessa, anzi, la Promessa!

Il matrimonio è di certo un passo importante, una tradizione che, nei secoli, è divenuta sempre più romantica e piena di passione; eppure, alle porte del giorno decisivo, i promessi sposini si accorgeranno dello stress che comporta questo evento: i preparativi, gli inviti, i fiori, i vestiti, la chiesa, il ristorante e quant'altro. Insomma, la vita da promesso/a sposo/a non è proprio delle più facili e talvolta la tensione è talmente alta da far venire i nervi a fior di pelle.
Poi, immancabilmente, ci sono loro: i ripensamenti, i dubbi, le incognite senza risposta, le paure.
Temuti da ogni sposo e da ogni sposa di tutto il mondo, questi si presentano puntualmente settimane, giorni, ore o minuti prima della data stabilita. Roba da telefilm, diranno gli scettici, pura realtà dicono le persone che vedono il giorno del matrimonio avvicinarsi a grandi falcate.
Ma diciamolo una volta per tutte: è assolutamente normale ed altrettanto normale è il fatto che, per quanto amici e parenti vi parlino e cerchino di convincervi che state facendo la cosa giusta, voi proprio non vi sentiate sicuri.

Per questo motivo, dato che la parte dei convincimenti è già affidata alle persone care e sembra spesso non avere un gran successo, ecco qualche piccolo consiglio che potrete seguire per arrivare all'altare più sereni e per potervi godere a pieno il vostro grande giorno:

  • I preparativi sono ormai completati, il tempo è agli sgoccioli e noi ci ritroviamo con l'ansia che qualcosa possa andare storto o, almeno, non come avevamo previsto. ebbene sì: anche questo fa parte dei grandi timori degli sposi. Per esorcizzare questa paura, potremo dedicare un paio di giorni della settimana precedente le nozze alle prove generali: proviamo i vestiti, le scarpe, gli accessori; proviamo poi la camminata, l'auto che ci porterà davanti alla chiesa o al comune (un timore sempre presente è quello di rimanere a piedi poche ore prima della cerimonia), proviamo il discorso che dovremo fare e proviamo persino, magari con un amico, a stare davanti all'altare e a vedere che effetto ci fa.
  • Ecco lo spunto per un altro consiglio: facciamo una piccola recita con uno o due amici, fingendo di essere di fronte al sacerdote o all'ufficiale di stato. Questo, tra un'immancabile risata ed un'altra, ci aiuterà certamente a vivere meglio il grande passo vedendolo come un momento felice e spensierato.
  • Dedichiamoci a qualcosa che sia in grado di rilassarci e che, contemporaneamente ci aiuti a pensare con chiarezza, lo yoga sarà perfetto per questo, così come dei bei massaggi, delle cure termali o una piccola fuga in montagna per passare una giornata soli con gli amici. Questo rasserenerà il nostro animo e ci toglierà dalla mente tanti problemi che, spesso, neppure esistono.
  • Riguardo al matrimonio, uomini e donne hanno le stesse identiche paure. Un errore comune è quello di pensare che il matrimonio rappresenti un punto di arrivo, la fine di un percorso. No, il matrimonio è un inizio, è il principio di una nuova vita insieme; certo, nessuno promette che dal 'sì' in poi sarà tutto rose e fiori, ma avremo al nostro fianco la persona che amiamo e questo basterà. Il consiglio? Siate positivi!
  • Manca davvero poco: la notte prima delle nozze. L'addio al nubilato, o al celibato, è già stato fatto qualche sera prima per evitare di arrivare all'altare con delle antiestetiche borse sotto gli occhi. Cosa fare allora? Dormire? Non se ne parla: l'ansia è troppa. Invitiamo allora le amiche più care a casa nostra. un bel pigiama-party non farà che toglierci ogni pensiero regalandoci mille risate.
  • Eccoci di fronte alla chiesa. Stiamo per entrare. La cosa più difficile da fare sarà posare il piede oltre la soglia: una volta fatto quello, il resto sembrerà una bazzecola. Allora facciamo un bel respiro, avanziamo di un passo e come per magia ci troveremo di fianco al nostro promesso. Un sorriso, misto tra imbarazzo, eccitazione ed amore basterà a calmare ogni nostro pensiero.

Il 'Sì, lo voglio', ci uscirà quasi naturale. Insomma, è proprio il caso di dirlo: viva gli sposi!